Parco del Mincio
News
Tutte le novità del Parco
Foto della testata
Condividishare-facebookshare-twittershare-googleplusshare-linkedinshare-mailshare-Whatsapp
Versione per la stampa Versione per la stampa
Torna alla versione classica
Home » News » News e comunicati

Via libera unanime al bilancio di previsione 2021-2023 del Parco

Piano da oltre 7,9 milioni euro per biodiversità, qualità delle acque e sviluppo sostenibile

(Mantova, 24 Dicembre 2020) - Con l'approvazione del bilancio di previsione 2021-2023 e l'aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (DUP), il Parco del Mincio incrementa gli impegni sul fronte delle opere pubbliche per il triennio 2021-2023 a tutela del capitale naturale e per la valorizzazione della fruizione sostenibile nell'area protetta. Il via libera unanime agli investimenti è arrivato dai sindaci che compongono la comunità del Parco, riuniti ieri sia in presenza che a distanza nel rispetto delle misure anti-contagio. 

Tra le principali novità che riguardano lo strumento strategico di pianificazione, figurano la realizzazione della ciclovia turistica nazionale Sole, con la progettazione e la direzione dei lavori assegnata al Parco del Mincio da Regione Lombardia - e per la quale l'ente ha avviato la gara per l'affidamento della progettazione -, e numerosi interventi di sistemazione idraulico-forestale e di riqualificazione ambientale.

"Biodiversità, qualità delle acque e sviluppo sostenibile costituiscono i focus del piano d'azione dell'ente all'interno dell'area protetta, agli investimenti previsti nell'aggiornamento del DUP 2021-2023 si sommano progetti in corso e candidati per un valore di 7.924.422,00 euro" spiega il presidente del Parco del Mincio Maurizio Pellizzer.

La consistenza dei progetti in corso ammonta a 6.956.703,20 euro.

Il turismo green e di prossimità rappresenta una leva primaria nel documento di pianificazione, associata principalmente al maxi investimento per la realizzazione della ciclovia del Sole in territorio mantovano - 1.187.252,00 euro nel 2021, 2.392.515,62 euro nel 2022  e 1.038.362,00 euro nel 2023 per un totale di 5.805.381,00 euro – ma attuata anche attraverso opere di manutenzione straordinaria di Parco Bertone, dei sentieri naturalisti e della sede (88.333,34 euro) e presso i centri visita di Rivalta sul Mincio e di Parco Bertone (22.300 euro), e con due progetti finalizzati a valorizzare in chiave di attrattività e di sviluppo sostenibile l'habitat dei prati stabili: il progetto integrato d'area "Valorizzazione del territori dei prati stabili della Valle del Mincio" (44.600 euro) e il progetto di destination marketing "Naturalmente stabili, per natura dinamici" (16.500,00 euro).

Altrettanto strategici sono gli interventi di incremento del capitale naturale, che riguardano la sistemazione idraulico-forestale, il miglioramento e conservazione della biodiversità presso i Siti Natura 2000 e il Centro Parco Bertone (123.081,41 euro), il miglioramento forestale presso la ZSC complesso morenico di Castellaro Lagusello (14.304,34 euro), le manutenzioni nella riserva naturale SIC e ZPS "Isola Boscone" (30.000,00 euro), la creazione di siepi e fasce tampone boscate nell'ambito del piano integrato d'area "Terre e acqua" di cui il Parco gestisce la governance (50.000,00 euro).

Nella linea operativa del Parco continuano a rivestire un ruolo centrale le azioni per il miglioramento della qualità delle acque, che si concretizzeranno nell'intervento di riqualificazione del Canale Osone nell'ambito del progetto Ecopay Connect (305.810,00 euro), nel progetto "Costruire il Futuro" per il miglioramento della circolazione idrica nel fiume Mincio, con le connesse attività di didattica ambientale (170.509,00 euro), nel progetto "Deflusso ecologico Fiume Mincio", che prevede l'installazione di strumenti di misura e monitoraggi per la funzionalità del reticolo idrografico delle Valli (100.000,00 euro), negli interventi straordinari di ripristino canali e di contenimento delle specie esotiche Ludwigia, Fior di loto (50.000,00 euro) e Siluro (29.280,00 euro).

Si inseriscono nel filone delle azioni di riqualificazione ambientale le opere di recupero di cave cessate nel Comune di Marmirolo (71.986,25 euro), mentre la promozione dell'agricoltura sostenibile viene assicurata attraverso i fondi PSR 2014-2020 finalizzati alla gestione attiva canneti e cariceti (34.717,86 euro).

In questo scorcio di fine anno, l'ente è stato inoltre impegnato nella candidatura di nuovi progetti, per un valore complessivo di 967.719,00 euro.

Sono due i progetti relativi alla valorizzazione turistica del territorio dell'Alto Mincio e delle Colline Moreniche. Nel ruolo di capofila, il Parco ha infatti candidato alla misura 7.501 del Gal Garda e Colli Mantovani un'azione di rete tra tredici partner pubblici e privati, finalizzata allo sviluppo di azioni di valorizzazione dei "Territori di Pace", fase propedeutica all'avvio di un percorso di Ecomuseo della Pace sulle colline moreniche. Il valore del progetto è pari a 58.500,00 euro.  

Un ulteriore progetto candidato al Gal, in partenariato con il Comune di Ponti sul Mincio e con la società A2A, ha come obiettivo la riqualificazione in "Porta del Mincio" del camino della ex centrale di Ponti sul Mincio: un'operazione innovativa per la creazione di una infrastruttura turistica che si svilupperà lungo un percorso di 150 metri con sviluppo verticale ed esperienze immersive da vivere lungo la salita alla sommità della torre. L'investimento previsto è di 209.020,00 euro. 

Punta invece a rilevanti azioni di riqualificazione della qualità delle acque nelle Valli del Mincio, in continuità con le finalità del Contratto di Fiume, il progetto candidato al primo Bando Habitat della Fondazione Cariverona, che prevede interventi di tutela e conservazione della biodiversità per una consistenza di 625.000,00 euro. 

L'ente ha inoltre di recente ottenuto l'ammissione per un ulteriore progetto "Territorio, ambiente salute", finanziato dal Gal Garda e Colli mantovani per un importo di 75.199,00 euro, per dare corso a nuove azioni di supporto alla popolazione e al mondo scolastico durante l'evoluzione dell'emergenza sanitaria.

 

foto della notizia
Il presidente Maurizio Pellizzer e il direttore Cinzia De Simone durante i lavori della Comunità del Parco
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
2021 © Ente Parco del Mincio
Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550 - Fax 0376/362657
Email: segreteria@parcodelmincio.it
Posta certificata: parco.mincio@pec.regione.lombardia.it
Netpartner: Parks.it