Parco del Mincio
VisitMincio
Turisti nel parco tra biodiversità, storia, arte e accoglienza
Foto della testata
Condividishare-facebookshare-twittershare-googleplusshare-linkedinshare-mailshare-Whatsapp
Versione per la stampa Versione per la stampa
Torna alla versione classica
Home » VisitMincio » I Punti d'interesse

Parco Andreas Hofer

Il piccolo parco realizzato nei pressi di Porta Giulia ricorda il luogo del sacrificio del patriota tirolese Andreas Hofer. Nato il 22 novembre 1767 a San Leonardo in val Passiria, Hofer guidò l'insorgenza tirolese antibavarese del 1809, divenendo il comandante supremo del Tirolo. Dopo la pace di Schönbrunn fu costretto a fuggire. Tradito fu arrestato il 28 gennaio 1810 e condotto a Mantova per essere giudicato davanti al tribunale militare. Era la sera del 5 febbraio 1810 quando egli giunse a Mantova assieme al suo compagno Kajetan Sweth; passati sotto l'arco di Porta Giulia essi furono rinchiusi nella cella numero 1 al primo piano della Torre del Vaso.

I mantovani, commossi dal coraggio e dal rigore morale dimostrato, organizzarono spontaneamente una colletta raccogliendo 5.000 scudi offerti in cambio delle loro vite. Napoleone Bonaparte aveva però ordinato al figlio adottivo Eugenio, viceré d'Italia, di condurre Hofer davanti ad una 'commissione militare' per giudicarlo e farlo fucilare. Il processo si svolse il 19 febbraio nel Palazzo del conte d'Arco; a Hofer fu assegnato un avvocato d'ufficio, Gioacchino Basevi, ma non ci fu nessun interrogatorio soltanto la lettura di alcuni rapporti firmati da diversi comandanti militari e l'accusa di essere stato preso con le armi in mano dopo il decreto d'amnistia del 12 novembre 1809 che lo vietava. Come richiesto da Napoleone la sentenza doveva essere eseguita entro le ventiquattrore, così la fucilazione fu fissata per il giorno successivo. La mattina del 20 febbraio 1810 Andreas Hofer fu condotto sul luogo del supplizio; chiese di essere rivolto verso il Tirolo e in ginocchio ricevette la benedizione da un frate cappuccino; rifiutò il drappo sugli occhi e stando in piedi a braccia aperte comandò egli stesso ai granatieri di fare fuoco. Gli spari non lo fecero cadere del tutto fino a quando un caporale con un ultimo colpo pose fine alla sua vita. Erano le 10,45 e una folla silenziosa e commossa aveva assistito all'esecuzione. La salma di Andreas Hofer fu sepolta nel piccolo cimitero adiacente la scomparsa chiesa di San Michele nella Cittadella di Porto e dal 1823 traslata nell'Hofkirche di Innsbruck. Due lapidi successive sono oggi conservate all'ingresso della polveriera di Cittadella e già nel 1850 sul luogo della fucilazione fu posata una lastra in marmo recante nella parte superiore le iniziali di Hofer, la data dell'esecuzione e 13 fori corrispondenti al numero dei proiettili sparati dal plotone d'esecuzione. Danneggiato, questo primo monumento (oggi conservato a Innsbruck), fu più volte sostituito e nel 1984, in occasione del 175° anniversario dell'insurrezione del Tirolo, fu inaugurato il parco "Andreas Hofer". In questo luogo, il 20 febbraio in questo luogo, una commemorazione organizzata dal Comune di Mantova e da delegazioni di Schützen rende onore alla memoria dell'eroe.

Parco Andreas Hofer, particolare dell'ingresso
Parco Andreas Hofer, particolare dell'ingresso
Giardini Hofer
Giardini Hofer
Giardini Hofer
Giardini Hofer
Parco Andreas Hofer, particolare del monumento eretto nel 2010 in occasione del bicentenario della morte
Parco Andreas Hofer, particolare del monumento eretto nel 2010 in occasione del bicentenario della morte
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
2021 © Ente Parco del Mincio
Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550 - Fax 0376/362657
Email: segreteria@parcodelmincio.it
Posta certificata: parco.mincio@pec.regione.lombardia.it
Netpartner: Parks.it