Parco del Mincio
Natura
Gli habitat protetti, il paesaggio e il territorio
Foto della testata
Condividishare-facebookshare-twittershare-googleplusshare-linkedinshare-mailshare-Whatsapp
Versione per la stampa Versione per la stampa
Torna alla versione classica
Home » Territorio » Fauna » Il Centro di Reintroduzione della Cicogna

Idee guida per la sua reintroduzione

Perché abbiano successo, i progetti di reintroduzione devono riuscire a ridurre le principali cause della diminuzione della specie.
Due sono le possibilità di intervento: ridurre i fattori di rischio dal momento della partenza a quello del ritorno oppure impedire la migrazione del le Cicogne. E' molto difficile intervenire nel primo modo, in quanto iI problema della pressione dell'uomo è troppo vasto e la mancanza di cibo nelle zone di svernamento non appare di semplice risoluzione.

Nell'immediato si può solo legare quanto più possibile le Cicogne al territorio, compito nel quale siamo facilitati perché la specie, pur essendo migratrice, non soffre il freddo invernale, purché abbia a disposizione abbondante cibo come riserva di energia.
Dalle ricerche dei primi sperimentatori europei in progetti di reintroduzione oggi sappiamo che, dopo tre anni di sosta continua forzata in un territorio, e con maggior sicurezza dopo la prima riproduzione, le Cicogne perdono la tendenza ad abbandonarlo, divenendo in pratica uccelli sedentari.
Il Centro Reintroduzione cicogna bianca
Liberazione 4 cicogne
2018 © Ente Parco del Mincio
Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550 - Fax 0376/362657
Email: info@parcodelmincio.it
Posta certificata: parco.mincio@pec.regione.lombardia.it